News & Focus > Fatturazione Elettronica

Spostato l'obbligo di utilizzo dei nuovi tracciati xml

16/06/2020

Per effetto dell’emergenza sanitaria Covid-19, il Provvedimento n. 166579 del 20 aprile 2020 dell'Agenzia delle Entrate ha spostato l'obbligo di utilizzo dei nuovi criteri per emettere la fattura elettronica.

In particolare, con questo nuovo provvedimento è stato previsto che a partire dal 1° ottobre 2020 e fino al 31 dicembre 2020 il Sistema di Interscambio accetterà fatture elettroniche e note di variazione predisposte sia con il nuovo schema che con lo schema attualmente in vigore.
Dal 1 gennaio 2021, invece, il Sistema di Interscambio accetterà esclusivamente fatture elettroniche e note di variazione predisposte con il nuovo schema.

Anche due novità rispetto al tracciato xml del 28 febbraio 2020

Sempre con il provvedimento del 20 aprile 2020, l'Agenzia delle Entrate ha definito un nuovo tracciato della fattura elettronica che, a differenza di quello del 28 febbraio 2020, ha previsto nuovi controlli (criteri che comportano lo scarto della fattura/nota credito elettronica) che entreranno in vigore dal 1 gennaio 2021.

Entrando nel dettaglio è stato definito il seguente controllo:
Codice errore 00445
  • in caso di fatture ordinarie: non è più ammesso il valore generico N2, N3 o N6 come codice natura dell’operazione;
  • in caso di fatture semplificate: non è più ammesso il valore generico N2 o N3 come codice natura dell’operazione.
Questo significa che dal 1 gennaio 2021 non sarà più consentito utilizzare i codici natura "padre", ma solo quelli di dettaglio.

I nuovi codici IVA

Di seguito ricordiamo i nuovi codici IVA per definire la natura delle operazioni.

N2 non soggette
N2.1 non soggette ad IVA ai sensi degli artt. da 7 a 7-septies del DPR 633/72
N2.2 non soggette - altri casi

N3 non imponibili
N3.1 non imponibili - esportazioni
N3.2 non imponibili - cessioni intracomunitarie
N3.3 non imponibili - cessioni verso San Marino
N3.4 non imponibili - operazioni assimilate alle cessioni all'esportazione
N3.5 non imponibili - a seguito di dichiarazioni d'intento
N3.6 non imponibili - altre operazioni che non concorrono alla formazione del plafond

N6 inversione contabile (per le operazioni in reverse charge ovvero nei casi di autofatturazione per acquisti extra UE di servizi ovvero per importazioni di beni nei soli casi previsti)
N6.1 inversione contabile - cessione di rottami e altri materiali di recupero
N6.2 inversione contabile - cessione di oro e argento puro
N6.3 inversione contabile - subappalto nel settore edile N6.4 inversione contabile - cessione di fabbricati
N6.5 inversione contabile - cessione di telefoni cellulari
N6.6 inversione contabile - cessione di prodotti elettronici
N6.7 inversione contabile - prestazioni comparto edile e settori connessi
N6.8 inversione contabile - operazioni settore energetico
N6.9 inversione contabile - altri casi

Sono state anche aggiunte nuove tipologie di ritenute applicabile alla fattura. In questo modo i dati calcolati in fattura verranno esposti in modo corretto anche in merito al totale da pagare.

RT03 contributo INPS
RT04 contributo ENASARCO
RT05 contributo ENPAM RT06 altro contributo previdenziale

Altri articoli in Fatturazione Elettronica